Agenti motociclisti del G.I.T. della Polizia Locale hanno fermato nei giorni scorsi il conducente di un motoveicolo che, senza indossare il casco protettivo, proveniva a forte velocità da piazza Cavour. Il soggetto  non si era fermato all’alt e, accelerando ulteriormente, iniziando,poi, una serie di manovre pericolose per allontanarsi. Gli Agenti, all’altezza di piazza Dante, lo hanno visto salire addirittura sul marciapiede ed iniziare a sfrecciare tra la folla di pedoni. Dopo un faticoso inseguimento, gli agenti sono riusciti ad arrestare la corsa del veicolo identificando il fermato, tale L.C. napoletano, 43 anni, residente nei Quartieri Spagnoli e già noto alle forze dell’ordine per numerosi reati. Dal controllo dei documenti si è appreso che il veicolo era già stato sottoposto alla misura del sequestro e che era sprovvisto di copertura assicurativa; inoltre il conducente non aveva mai conseguito la patente. Il conducente del motoveicolo ha iniziato ad inveire contro gli Agenti, aggredendoli. Dopo una violenta colluttazione, che ha ferito i due agenti, L.C. è stato arrestato. Informato dell’accaduto il P.M. di turno ha disposto il rito per direttissima con, fra le altre, le accuse di resistenza a pubblico ufficiale. Al termine della direttissima il Giudice ha condannato L.C. ad 1 anno e 2 mesi di reclusione e ha disposto l’applicazione degli arresti domiciliari.

Share Button
ti è piaciuto l\'articolo?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*