IL CORPO NON MENTE

Possiamo raccontarcela quanto vogliamo, ma il corpo non mente.
Possiamo dare la colpa al latte che ci ha fatto male, al colpo di freddo, al movimento sbagliato, al virus che “sta girando”, alla sfiga o a tantissime altre cose: tutto per distogliere l’attenzione dal messaggio che quel sintomo ci sta raccontando.
In effetti se quell’attenzione ci fosse stata, se quel conflitto fosse stato chiaro e portato a consapevolezza, se quel nostro bisogno fosse stato ascoltato, il nostro corpo non avrebbe avuto “bisogno di ammalarsi”.
Come tutto ha un senso, come tutto arriva perché ci serve, allo stesso modo anche la malattia non arriva per danneggiarci, ma per mettere in risalto ciò che ci stiamo rifiutando di guardare, di accettare e quindi di affrontare, nonché per manifestarci i bisogni ai quali non stiamo rispondendo.
I sintomi portano a galla quanto cerchiamo di nascondere a noi stessi ma che ci è indispensabile per evolverci e non restare arenati tutta la vita nello stesso fossato: perché in Natura tutto esiste e viaggia nel senso dell’evoluzione.
Ed allora il corpo, sede del nostro inconscio, ci racconta istante per istante ciò che sta accadendo dentro di noi, riflette i disagi interiori ed i bisogni a cui non prestiamo ascolto e, se sappiamo essere attenti, indica chiaramente quale sia la nostra strada, cosa può farci bene e cosa no, inteso non solamente per gli alimenti, ma le circostanze, gli ambienti, i lavori e ,non ultime, le persone che attraversano le nostre vite.
Ecco perché ha sicuramente una resa più valevole il saper essere in contatto ed ascolto del proprio corpo piuttosto che mettere a tacere il sintomo: se seguiterai a non ascoltarlo, il tuo corpo continuerà a cercare altri modi per farsi ascoltare.
Ed in fondo, non ha mai funzionato mettere le briciole sotto il tappeto…
Siate in contatto con il vostro corpo!

Dott.ssa Erika De Meo
Naturopata, Erborista
Terapeuta olistica ad indirizzo psicosomatico e bioenergetico
erikademeo@rocketmail.com
Share Button

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*