Emancipazione emotiva dai genitori: un passo importante

L’emancipazione emotiva dai propri genitori non sempre risulta semplice. Anche se loro fanno di tutto per crescerci nel migliore dei modi e per darci i migliori esempi possibili, sono sempre esseri umani che sbagliano, anche senza volerlo e inconsapevolmente.

Sentiamo spesso di persone che si lamentano della famiglia nella quale sono cresciute, che hanno risentimenti nei confronti del padre o della madre. In alcuni casi si può trattare di una visione errata delle cose, ma altre volte potrebbero avere ragione.

I genitori: esseri perfetti ?

Sicuramente la guida e l’esempio di un genitore sono tesori preziosi, ma non sempre sono così perfetti come ci aspettiamo. Crescendo rimaniamo delusi delle imperfezioni dei nostri genitori, degli errori che hanno compiuto. Durante l’infanzia, infatti, ci creiamo un’immagine di loro magnifica e perfetta, che viene poi distrutta completamente, o in parte, più avanti nel tempo.

Emanciparsi emotivamente dagli errori dei propri genitori è il segreto per intraprendere la strada della felicità interiore. Bisogna, però, saper riconoscere che i genitori cercano sempre di tirare fuori il loro massimo per noi figli, ma talvolta lo fanno nel modo sbagliato.

Perdonare è il primo passo…

La prima tappa è il perdono. Soltanto perdonando possiamo andare avanti a cuore leggero e sereno. Successivamente bisogna rimboccarsi le maniche e far fronte alle difficoltà che ci troviamo difronte.

L’errore di molti genitori è, spesso, quello di dare tanto a livello materiale, senza avere il tempo, la calma e la saggezza di insegnarci alcuni valori fondamentali e senza farci comprendere cosa sia veramente l’affetto. Ciò non vuol dire che loro non provano affetto e amore nei confronti dei figli, ma semplicemente non possiedono gli strumenti giusti per trasmetterlo nel modo corretto.

Denaro o affetto?

genitori

Ricoprire di regali, oggetti, denaro, senza dare una buona dose di attenzioni a livello affettivo è, il più delle volte, errato. Le persone che hanno vissuto carenze affettive all’interno della famiglia, tenderanno, durante la vita adulta, a cercarlo al di fuori di essa. Lo cercheranno tra gli amici, dal partner di turno, tante volte inconsapevolmente.

E’ difficile ammettere e riconoscere le carenze affettive subite all’interno della propria famiglia e questo porta la persona a sentirsi ancora più smarrita, senza una ragione. Inoltre, le dinamiche che si sono create tra genitori e figli, molte volte tendono a ripresentarsi con i partner durante la vita adulta.

Modificare le dinamiche errate…

Emanciparsi a livello emotivo vuol dire proprio imparare a modificare quelle dinamiche affettive errate che vi si trovano all’interno della famiglia. Per fare un esempio concreto, una persona che ha ricevuto dai genitori solo ricchezze materiali, tenderà a trovare un partner che farò lo stesso. Probabilmente quella persona si sentirà sempre insoddisfatta e con una mancanza profonda, senza rendersi conto che quello di cui ha bisogno è proprio l’affetto. Quel bisogno di affetto, così difficile da riconoscere, è proprio la risposta al senso di vuoto di molte persone.

Le dinamiche familiari sono difficili da interpretare e comprendere, ma riflettere su di esse è un buon modo per iniziare a conoscere meglio anche se stessi.

Ricerca di affetto e sbagli…

La persona che cerca l’affetto spesso non continua…

Dott.ssa Silvana Santospirito

Educatrice

Share Button

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*