Fluoro e Fluorosi

Il fluoro è un elemento importante per il processo di mineralizzazione delle ossa e denti, motivo per cui è nata la moda di far assumere fluoro per prevenire carie e fratture ossee, ma non è ancora stato stabilito quale sia il dosaggio giornaliero da rispettare e se il trattamento è veramente necessario.

Il fluoro lo assorbiamo normalmente perché lo troviamo negli alimenti che consumiamo. L’acqua potabile, per esempio, è la fonte principale di fluoro, ma si trova anche in: patate, pesce, spinaci e cereali. L’integrazione delfluoro è proposta in età pediatrica per ridurre il rischio di carie, ma la somministrazione sistematica di fluoro è ancora molto discussa poiché se è vero che la carenza può aumentare il rischio delle carie, un sovradosaggio può dar vita alla fluorosi. I primi segnali sono dati da macchie bianche che degenerano fino a creare dei veri e propri buchi nello smalto dei denti. A questo punto è facile capire che la linea fra bene male è veramente sottile ed è il dosaggio a giocare il ruolo fondamentale.

Sostanzialmente, copriamo il fabbisogno giornaliero di fluoro con l’alimentazione e, di conseguenza un’integrazione non è necessaria perché diventerebbe dannosa. Per evitare le carie, basta procedere con una buona igiene dentale, consumare frutta e verdura fresca e ridurre al minimo il consumo di dolciumi e scegliere un buon dentifricio.

Dott. Valerio Piccolo
Odontoiatra

www.studiodentisticopiccolo.com

Share Button
5 (100%) 1 vote

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*