Hai denti che si muovono? Ecco cosa fare!

Photo by Eduardo Dutra on Unsplash

I denti sono quasi completamente immobili, ma in alcuni casi la mobilità può acquistare forza e diventare un vero problema. Come affrontarla?

Partiamo dal principio che i denti sono quasi immobili. Quasi perché possono crearsi dei movimenti impercettibili, dovuti all’ammortizzazione dei carichi funzionali. Tutto questo è normale, ma non lo è se la mobilità aumenta fino a creare un disagio. Devi affrontare subito il problema con il tuo dentista che individuerà la natura del problema. Di seguito indico le cause che portano alla mobilità del dente e relative soluzioni:

  • Parodontite, è una delle cause principali  dell’alterazione della mobilità dei denti. La gengiva si ritira, si infiamma, perde consistenza e il dente si trova con minor resistenza e si muove. In questo caso viene eseguita un’igiene dentale professionale che eliminerà le tasche parodontali piene di placca e tartaro. Se il danno è molto elevato si interviene chirurgicamente per ristabilire la situazione originaria delle gengive.
  • Trauma. A seguito di questo si può verificare un eccessivo movimento dei denti. Per valutare la situazione serve una panoramica dentale. In base a questa il dentista valuta se  eseguire uno spintaggio (posizionamento di un filo metallico che ancora i denti). In caso il trauma sia molto vasto, sarà compito del chirurgo implantologo individuare l’intervento da eseguire.
  • Gravidanza. Durante questo periodo, a causa delle alterazioni ormonali, potrebbe verificarsi un eccessivo movimento dei denti, problema che, nella maggior parte delle volte, si risolve dopo il parto.

Se senti “ballare” eccessivamente un dente, non tardare a richiedere una visita specialistica: ballare non è il suo compito, per questo abbiamo le gambe.

Dott. Valerio Piccolo
Odontoiatra

www.studiodentisticopiccolo.com

Share Button

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*