#MFW AUTUNNO/INVERNO 2018-2019 – by Fashiondea

“In tempi difficili la moda è sempre scandalosa” (Elsa Schiapparelli)
Appena terminata la Milano Fashion Week, mai come quest’anno espressione del confuso, complicato periodo storico che stiamo vivendo.
Due forti tendenze contrapposte: chi rompe, o meglio squarcia gli schemi, urlando un bisogno di cambiamento e rivoluzione, vedi Alessandro Michele direttore creativo di casa Gucci, che sceglie di far sfilare i suoi modelli in sala operatoria, con tanto di teste mozzate e cuccioli di drago sottobraccio, chi invece si rifugia nel caldo abbraccio dell’old style, rivisitato sì ma pur sempre di old style stiamo parlando, come Tod’s e la maison Laura Biagiotti, che ripropone i sempieterni must have, che finiscono per non entusiasmare le folle.
In mezzo, di tutto e di più, sperimentazione e ricerca sfidano a colpi di fioretto l’eleganza e il bon ton, in un mix&match che fornisce un’infinità di opportunità e spunti, che noi, comuni mortali, potremo divertirci ad interpretare a nostro piacimento.
In un’unica parola: libertà.
What else?

Gucci

continua…

Share Button
5 (100%) 1 vote

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*