Napoli Milan 3-2

Buona anche la seconda!
Nell’anticipo della seconda di campionato il Napoli, davanti al suo pubblico, porta ancora a casa il punteggio pieno.
Un match dai due volti; un primo tempo dove il Milan, ben messo in campo, approfitta dell’iniziale ingessatura dei partenopei, troppo poco precisi in fase conclusiva, andando in vantaggio al 15′ con Bonaventura e mantenendo il risultato fino alla prima metà con un Napoli sempre poco efficace al momento della conclusione.
Al 48′, nel secondo tempo, Calabria, con un diagonale porta a due i gol di vantaggio per gli ospiti. Una vera e propria doccia fredda per i calciatori azzurri che non avevano assolutamente demeritato fino a questo momento.
Al 53′ il Napoli accorcia le distanze con Zielinski che segna su assist di Callejon.
Gli azzurri hanno ripreso il morale.
A questo punto scende in campo il dodicesimo uomo: Ancelotti.
Dopo la sostituzione di Biglia, cambia l’assetto tattico passando dal 4-3-3 al 4-2-3-1 avanzando ancor più Zielinski che sfiora il gol. È il segnale dello spostamento in avanti del peso della squadra.
Al 62′ il primo cambio: Mertens al posto di Hamsik, sempre più a suo agio in questo nuovo ruolo, e Zielinski nuovamente nella linea dei centrocampisti.
Al 67′ il Napoli pareggia su calcio d’angolo, nuovamente con Zielinski che calcia al volo un rinvio della difesa rossonera.
È un’altra partita. Il Milan è in balia del Napoli.
All’80’ Mertens segna il 3-2. Gli azzurri ormai sono strabordanti e terminano la partita vincitori.
Al termine dell’incontro, oltre all’evidenza che la squadra ancora non riesce ad esprimere il proprio potenziale dal primo minuto, vi sono state diverse conferme, due su tutte: Allan ed Ancelotti.
Il brasiliano è una vera e propria forza della natura, un guerriero indomabile;
Ancelotti è il top player che mancava; con un’abilità unica nel leggere la partita ribalta il risultato zittendo nuovamente i tanti detrattori del Napoli che già stavano scrivendo l’epitaffio, in barba alle tante griglie estive utili solo per la brace.
Avanti così!

Share Button
ti è piaciuto l\'articolo?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*