Sci: nella Coppa Italia a Roccaraso ottima partenza per gli atleti campani

Ottima esordio per gli atleti campani nella giornata di apertura del circuito di Coppa Italia Master a Roccaraso, che portano a casa i primi incoraggianti risultati.

Nei raggruppamenti D, riservato alle donne, miglior tempo assoluto in entrambe le prove di Giulia Mancini (S.C. Napoli) in quello C doppietta per il direttore dell’istituto di ricerca Telethon, Andrea Ballabio (Sai Napoli) mentre nel gruppo A doppio successo per il laziale Andrea Acquaroni (S.C. Eur). Nel raggruppamento B una vittoria a testa per il marchigiano Matteo Corvatta (S.C. Senigallia), che ha vinto la prima gara e Cristiano Orlandi (Maestri Laziali), che si è imposto nella seconda gara di giornata.

Nelle categorie Giovani e Senior doppia vittoria di giornata, in categoria femminile, per Giulia Antonucci (S.C. Napoli) mentre tra gli uomini miglior tempo assoluto di giornata per il portacolori dello Sci Club Napoli, Aldo Brancaccio che, nella seconda prova, ha ceduto il passo al partenopeo Francesco Costanzo del Sai Napoli.

Nel pomeriggio, nella sala Consiliare del Comune di Roccaraso si è svolta la cerimonia di premiazione durante la quale sono stati consegnati i trofei e numerosi premi e gadget messi in palio dagli sponsor Carpisa e Marinella, Dada Sport e Joelury. La serata si è conclusa con un happy hour per gli atleti che domani torneranno in pista.

Domani, sabato 22, si replica con altre due gare valide per il circuito Master di Coppa Italia e toccherà alla pista “Canguro” di Pizzalto accogliere gli atleti. Un duro lavoro di preparazione del fondo della pista di gara, nei giorni scorsi, è stato realizzato dagli organizzatori dello Sci Club 3Punto3 per rendere idoneo il percorso delle due gare di slalom gigante in programma.

Ancora una volta le strutture di gestione, sia dell’Aremogna sia di Pizzalto, hanno dimostrato che la preparazione delle piste nell’Appenino abruzzese è oramai ad un livello tecnico pari a quello dell’arco alpino e delle migliori località sciistiche, come ha dichiarato  il direttore tecnico dello Sci Club 3Punto3, Andrea Barulli: “E’ stato un compito arduo ma grazie ai mezzi messi a disposizione, all’innevamento artificiale e al lavoro degli allenatori e maestri della scuola Azzurra, abbiamo reso possibile e valido questo appuntamento  nazionale”.

Share Button
ti è piaciuto l\'articolo?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*