Sequestrata fabbrica di marmi

Gli Agenti dell’Unità Operativa Stella della Polizia Municipale, in seguito ad una serie di indagini, hanno individuato in via Nuova del Campo un’azienda di lavorazione marmi totalmente abusiva. Nell’ispezionare l’area gli uomini della Municipale hanno rinvenuto un ingente quantitativo di polveri residue della lavorazione accumulate e lasciate libere di disperdersi nell’ambiente. Tali polveri, sia per la  composizione e che per l’estrema finezza, sono una vera minaccia per la salute pubblica e per l’ambiente stesso.

All’interno del perimetro dell’attività abusiva venivano individuati e delimitati con nastro bicolore altri cumuli di rifiuti speciali, pericolosi quali, bidoni di solventi chimici e collanti, residui metallici, plastici e vernici.

Sull’area insistevano anche due grandi capannoni costruiti senza alcuna autorizzazione e, all’interno di uno di questi, nascosta sotto alcune lastre in marmo gli Agenti notavano una grande vasca di raccolta delle acque di lavorazione, assolutamente non a norma e non ha tenuta stagna la quale lasciava quindi  permeare i liquidi nel terreno e raggiungere la falda acquifera inquinandola.
L’intera area veniva posta sotto sequestro ed il titolare, A.M. cittadino napoletano, deferito all’A.G. competente per materia per i reati previsti e puniti dal d.lgs 152/06. Gli uomini della Locale elevavano altresì sanzioni a suo carico per oltre 30.000€.

Paola de Vita

Share Button

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*