Volla: Telecamera di videosorveglianza installata davanti alla scuola. Addio al degrado

Finalmente un sospiro di sollievo per i residenti dell’area antistante l’ingresso della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale Vittorio De Sica di Volla che, da tempo, assistevano impotenti al graduale degrado della zona con accesso da via Monteoliveto.

Grazie alla perseveranza dell’intero consiglio di istituto, all’interesse mostrato dalla dirigente scolastica della De Sica, nonché alla sensibilità di alcuni consiglieri comunali e alla disponibilità di imprenditori locali è stata installata una telecamera di videosorveglianza che monitorerà l’area 24 ore su 24.

L’abbandono di rifiuti vari, gli innumerevoli atti vandalici ai danni delle giostrine, degli arredi urbani e delle proprietà private circostanti ma soprattutto alle strutture esterne della scuola adiacente, avevano trasformato l’area in un luogo poco sicuro al punto che circa duecento cittadini si sono attivati con una petizione per richiamare l’attenzione delle autorità locali su una situazione ormai non più sostenibile.

L’installazione della telecamera rappresenta per molti una svolta importante. Da un lato, servirà ad evitare lo sversamento illegale di rifiuti nella zona e dall’altra avrà un effetto deterrente contro i malintenzionati e le baby gang che ora in avanti saranno consapevoli di essere ripresi e identificati. Le immagini catturate potranno essere infatti utilizzate dalle forze di polizia per risalire ai responsabili dei reati e perseguirli penalmente.

Il consigliere di FreeVolla Ciro Petrazzuolo e il sig. Marco Langella

Per raggiungere questo risultato è stato necessario realizzare un’importante sinergia tra le istituzioni pubbliche ed il Comandante del corpo dei vigili urbani di Volla dott. Giuseppe Formisano che ha portato, grazie all’intervento dell’impresa Langella Mario srl, all’installazione di nuovo impianto di videosorveglianza che va ad aggiungersi a quello già esistente e funzionate sul territorio per il controllo delle aree urbane vollesi più sensibili.

Un plauso va quindi agli amministratori comunali che hanno preso a cuore la questione e si sono attivati per trovare una soluzione idonea alle istanze dei residenti. “In qualità di componente della Commissione consiliare che ha affrontato la problematica sollevata dai cittadini, desidero esprimere sincera gratitudine all’impresa Langella per il prezioso contributo offerto per il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza comunale ed esprimere la ferma convinzione che la presenza di una telecamera in quell’area contribuirà in modo concreto a migliorare la qualità di vita dei residenti e a rafforzare un clima di fiducia nell’amministrazione in carica che ha dimostrato di sapere affrontare con determinazione una problematica già nota in passato” queste le parole di Ciro Petrazzuolo, consigliere di maggioranza e rappresentante di FreeVolla.

Un ringraziamento va anche all’avv. Antonietta Minichino che in più occasioni non ha fatto mancare la sua determinazione nel reclamare, insieme agli altri genitori, misure adeguate a contenere il fenomeno di microcriminalità che si stava gradualmente affermando nell’area oggetto dell’intervento. “La sicurezza dei nostri bambini è la nostra priorità assoluta. L’installazione di una telecamera fuori alla nostra scuola può rappresentare anche una misura per migliorare la sicurezza all’esterno dell’edificio scolastico e prevenire episodi di vandalismo, bullismo o altri comportamenti scorretti negli orari di maggiore affluenza”.

Infine, non può mancare la soddisfazione dei residenti che, promotori della petizione, hanno accolto di buon grado l’istallazione della telecamera che consentirà di monitorare l’area per l’abbandono dei rifiuti e contrastare episodi di vandalismo, furti o altri comportamenti scorretti.

Tuttavia, in assenza di un presidio costante da parte delle forze di polizia locale, la semplice installazione di una telecamera potrebbe non bastare per prevenire gli atti criminosi. È fondamentale infatti che la cittadinanza collabori con le forze dell’ordine denunciando qualsiasi atto di illegalità di cui sia testimone. Denunciare un crimine, anche se piccolo, può fare la differenza e può aiutare a creare un territorio più sicuro per tutti i cittadini vollesi soprattutto per i bambini, vittime innocenti della devastazione dell’area giochi e del degrado dell’area confinante all’edificio scolastico.

Preservare la legalità a Volla deve essere un obiettivo perseguibile da ogni forza politica ed il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza comunale può rappresentare un tassello fondamentale per il consolidamento della sicurezza urbana del territorio soprattutto in previsione dell’assenza “temporanea” del presidio dell’arma dei carabinieri.

Share Button
Rate this post

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*