OPERAZIONE BORGO

Il 30 gennaio si è tenuta una massiccia operazione interforze tesa al controllo del Borgo Sant’Antonio Abate da parte della Polizia Locale di Napoli che ha visto impiegati 50 agenti con 15 autoradio, 7 motoradio e diversi carri gru. 

Gli Agenti della Municipale, appartenenti alle Unità Operative del Vomero, San Lorenzo, Tutela Ambientale, Investigativa Centrale e Rimozione Auto, hanno proceduto al sequestro di 200 Kg di Tabacco Lavorato Estero, “sigarette di contrabbando” pronte ad essere immesse sul mercato.

Durante i controlli effettuati con l’ausilio anche di personale Enel e ABC venivano scoperti 24 allacciamenti fraudolenti alla rete elettrica e idrica con conseguente denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Dai controlli per il corretto smaltimento dei rifiuti emergeva la mancata tenuta degli appositi registri di carico e scarico per 4 produttori di rifiuti e veniva sequestrato un cantiere edile per lo smaltimento di amianto in modo illecito; successivamente, venivano sottoposti a controllo e sanzionati 2 titolari di azienda per aver omesso di differenziare i rifiuti prodotti e aver utilizzato sacchi per rifiuti non trasparenti.

I controlli  venivano estesi anche alle numerose attività commerciali presenti in zona e consentivano di accertare la presenza di 8 banchi di frutta e verdura completamente abusivi con il conseguente sequestro di 730 kg di alimenti con relativa distruzione della merce esposta agli agenti atmosferici inquinanti.

Venivano, inoltre, accertate e sanzionate 37 occupazioni abusive di suolo pubblico, 15 tabelle pubblicitarie sprovviste delle relative  autorizzazioni e 15 tende solari non autorizzate.

Durante le operazioni gli Agenti provvedevano anche al controllo del rispetto delle norme del Codice della Strada sottoponendo a sequestro amministrativo 5 autoveicoli, 3 motocarri abbandonati in zona e 5 veicoli che dai controlli risultavano privi di copertura assicurativa.

Tali attività operative sono proseguite per l’intera mattinata.

Pasquale Rovito

Share Button

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*