Il Comune di Napoli si costituisce parte civile nel processo contro gli aggressori della piccola Noemi

Il Comune di Napoli si costituisce parte civile nel processo contro gli aggressori della piccola Noemi. Sono queste le indicazioni emanate dal Sindaco Luigi de Magistris che, con apposita delibera a firma dell’Assessore con delega all’avvocatura Monica Buonanno, ha deciso di far intervenire il Comune in prima linea processo penale a carico dei soggetti coinvolti nella sparatoria in piazza Nazionale che ha gravemente ferito la piccola Noemi.

“L’Amministrazione comunale – dichiara l’Assessore Alessandra Clemente – schierandosi con la famiglia di Noemi nel processo a carico degli imputati, in vista dell’udienza che si terrà domani mattina presso il Tribunale di Napoli, ribadisce concretamente il suo impegno al fianco delle vittime e per la giustizia. Sin dal primo istante, insieme al Sindaco Luigi de Magistris, siamo stati al loro fianco. Tania e Fabio sono due genitori esemplari che non hanno mai veicolato messaggi di vendetta ma di giustizia e riscatto sociale. Quel giorno chi ha sparato in piazza Nazionale ha colpito tutti e per questo  ci costituiamo parte civile, perché in quell’aula, insieme alla famiglia sono offesi e colpiti tutti i napoletani , l’identità anti camorra del nostro territorio e tutta la Città”.

Share Button

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*